Pasqua vuol dire Rinascita

  • 2 mesi fa
  • 0

In questo 2022 sto facendo fatica a proiettarmi alla Pasqua. Eppure è una festa che mi piace molto, specialmente adesso che la Primavera ha finalmente deciso di farsi viva mentre tutto parla di rinascita e di ripartenza. Saranno le deprimenti notizie di politica internazionale, o i numeri altalenanti legati alla pandemia, ma non sono ancora riuscita ad entrare completamente nell’atmosfera pasquale.

Sarebbe proprio il caso, invece, di lasciarsi avvolgere da sentimenti di pace, serenità e benessere; pensare a questa Pasqua come l’occasione ancora una volta per ripartire, per migliorare se stessi e liberarsi anche di qualche preoccupazione o cattiva abitudine.

Nell’aria c’è una gran voglia di ripartire! Veniamo da due anni devastanti. Ricordiamo tutti i proclami di “andrà tutto bene”, gli applausi affacciati dal balcone e tutti i gesti collettivi scaramantici che ci hanno fatto coraggio e compagnia. Ci siamo mossi con cautela anche per andare a fare la spesa, abbiamo osservato sospettosi i nostri amici fare uno starnuto: adesso è davvero arrivata l’ora di rinascere e ripartire.

La Pasqua in questo senso diventa un’occasione per fare pulizia e individuare dei punti fermi.

Questi sono i miei:

1. La famiglia. Il luogo degli affetti, dove rifugiarsi, leccarsi le ferite o trovare forza e motivazioni. La famiglia è la vera casa, senza nessun tetto o parete, solo un grande cuore che unisce tutti.

2. Il lavoro. La mia agenzia Arteka è un altro figlio ed è quello che cresce più velocemente di tutti. Raccogliamo successi e grandi soddisfazioni grazie alla passione e dedizione di chi ci lavora e alla professionalità di chi collabora con noi.

3. La mia terra. Martoriata e bistrattata, rassegnata a cadere e rinascere continuamente, la Sicilia è come una fenice che risorge in eterno dalle sue stesse ceneri. Questo è il momento di farla ripartire ancora una volta, con l’impegno ed il lavoro di tutti.

4. La mia gente, che non molla mai. Sono donne e uomini con un carattere incredibile, una forza d’animo ed una resistenza fuori dal comune. Temprati da mille vicissitudini, i siciliani rinascono e ripartono sempre con grande entusiasmo, è un popolo che non si abbatte mai. Come imprenditrice, il mio augurio è che le menti giovani ripartano da qui, invece di partire per cercare e creare fortuna altrove. Ma dobbiamo tutti noi creare e mantenere le condizioni perché questo accada.

5. Me stessa. Quella che sono sempre stata e quella che sono diventata. Tutte le cicatrici, le delusioni e le vittorie hanno fatto di me la persona che sono adesso. Ogni segno sulla mia pelle diventa una storia da raccontare con orgoglio, che mi ha reso quella che sono ora.

La Pasqua è una festa spirituale, di grande riflessione e raccoglimento. È un momento intimo e intenso, che serve per recuperare energie e tornare con rinnovato vigore. La Pasqua è il sentimento di una Sicilia che ha voglia di ripartire e lasciarsi alle spalle i momenti difficili.

Buona Pasqua a tutti e buona rinascita.

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confronta