W il 1° Maggio

  • 10 mesi fa
  • 0

Tutti conosciamo il significato dell’1 maggio, che non è solo una giornata di festa ma è soprattutto la celebrazione di un percorso, fatto di lotte e contese talvolta violente, per la conquista dei diritti di tutti i lavoratori.

Sicuramente è stata una conquista di civiltà che ha migliorato le condizioni di tutti, da generazione in generazione, ed è anche grazie a tutto questo che mi permetto di dire che, nel 2023, la vera festa del lavoro è fare un lavoro che ti piace.

Io adoro il mio lavoro, per questo ogni giorno è la mia festa del lavoro, perché il mio lavoro è una festa. Alzarsi la mattina e recarsi felici e sorridenti in ufficio è la più grande conquista che qualsiasi essere umano possa fare. Il proprio lavoro deve essere piacevole, appagante, gratificante, stimolante perché impegna buona parte del tempo della nostra esistenza e, quindi, influenza la qualità della vita stessa. Vi invito ad entrare in una qualsiasi ora di un qualsiasi giorno nell’agenzia Re/Max Arteka. Troverete probabilmente un viavai di consulenti e assistenti impegnati nel proprio lavoro, qualche trattativa in corso, forse qualche sessione di aggiornamento, ma tutti sempre sereni e con il sorriso sulle labbra. Perché nella nostra agenzia, tutti amano quello che fanno.

Quindi, per la festa del lavoro, il mio augurio è: cercate e fate il lavoro che amate.

Cinque consigli per trovarlo.

1. Non sprecare energie lamentandoti. Il lamento fine a sé stesso non serve a niente, ma è solo la valvola di sfogo che ti fa accettare una situazione sgradita. Se non sei contento del lavoro che fai, cerca di capire cosa ti farebbe stare meglio e cercalo.

2. Per trovare la tua strada, a volte devi perderti. Esci dalla tua comfort zone, da quello che conosci e sperimenta strade nuove, stimoli diversi, altre direzioni, solo così potrai uscire dalla tua routine e trovare quello che ti piace veramente.

3. Per trovare il lavoro che ti piace, devi cercarlo. Sembra una banalità ma invece è un concetto rivoluzionario. Limitarsi ad accettare i lavori che ti capitano molto probabilmente non ti porterà da nessuna parte. Devi prima capire qual è il lavoro che ti piace, quindi cercare attivamente un’occupazione in quel settore.

4. Mettiti in gioco. Non farti bloccare dai pregiudizi e dalle paure, da quello che hai sentito in giro, da quello che hai letto su Internet o sentito per caso. Fortunatamente non siamo tutti uguali. Sperimenta, mettiti in gioco, prova e fai esperienza diretta. Questo è l’unico modo per capire se un lavoro fa per te, oppure no.

5. Quando lo trovi, impegnati. Se hai trovato il lavoro che ami, impegnati al massimo, svolgilo con passione e dedizione, aggiornati, impara, migliora, cresci.

Ad esempio, hai mai pensato alla carriera da consulente immobiliare? Re/Max Arteka offre la possibilità di sperimentarti e capire se questo è il lavoro che fa per te.

Contattami in privato per informazioni o per fissare un incontro.

Solo chi prova, riesce! Gli altri si lamentano.

Buona festa del lavoro a tutti.

Post Precedente

Arteka è partecipazione

Post Successivo

Il colloquio epidermico

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confronta