Cambiare sempre per non fermarsi mai

  • 3 mesi fa
  • 0

Sono finiti i tempi in cui il percorso professionale proseguiva dritto su dei binari, che senza scossoni e deviazioni portavano alla meta. Adesso le carriere evolvono continuamente e la formazione è un’attività continua. Cambiano le professioni, cambiano gli strumenti, le tecnologie e gli scenari. E mi capita nei colloqui di parlare con chi è ancora rimasto ancorato a questo vecchio paradigma e non si orienta più.

Per essere pronti ad affrontare il mercato attuale del lavoro bisogna, prima di ogni cosa, essere predisposti e pronti al cambiamento. La novità non può essere vissuta come un fastidio, o ancora peggio un ostacolo, è invece giusto accogliere il cambiamento come una naturale ed inevitabile evoluzione del proprio percorso professionale e della vita in generale. Opporre resistenza non è solo controproducente, ma nel lungo periodo ti allontana da ogni opportunità e ti isola nel tuo mondo.

Piuttosto è consigliabile cercare il giusto equilibrio facendo convivere la propria attività lavorativa con la formazione continua, le proprie passioni e la famiglia.

Predisposizione al cambiamento non vuol dire, sia chiaro, cambiare direzione ad ogni alito di vento. Al contrario è un invito a non scoraggiarsi se il percorso presenta degli ostacoli, perché se la vita ci chiede di saltare più in alto per superare un ostacolo noi dobbiamo allenarci ogni giorno per andare avanti.

Io adoro il mio lavoro, perché non è mai monotono, mi spinge ad aggiornarmi sempre, a misurarmi continuamente. Certo non mancano i momenti difficili, ma sono proprio quelli che ti fanno crescere e diventare migliore. Poi io ho tre figli, quindi sono naturalmente e continuamente soggetta agli imprevisti.

In verità, la linearità non ha mai fatto parte della mia vita e questa capacità di rispondere prontamente ed efficacemente ai cambiamenti ha sicuramente determinato la donna e l’imprenditrice che sono oggi.

Tutti quelli che collaborano con me in Arteka hanno già familiarizzato da tempo con questo concetto. Sono donne e uomini che non cercano i binari da seguire, ma vogliono invece tracciare la propria strada giorno dopo giorno, costruire la propria carriera rispondendo alle sollecitazioni e affrontando a viso aperto le difficoltà e gli imprevisti di ogni giorno. Quando ci ritroviamo in agenzia, magari dopo aver chiuso una trattativa importante o dopo una giornata intensa, è gratificante ascoltare le loro storie, ridere insieme a loro di qualche disavventura e sapere che nessuno di loro mollerà mai neanche di un centimetro. Perché indietro non si torna, si va solo avanti.

E tu? Come reagisci ai cambiamenti?

Scrivimi in privato o condividi qui il tuo pensiero.

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confronta