Il talento non ha età. 50 is the new 30!

  • 5 mesi fa
  • 0

Sarà la vita frenetica che conduciamo che ci tiene sempre in attività, oppure la qualità della vita sempre più alta, ma nessuno, ormai, a 50 anni si sente da rottamare. Anzi!

I giovani saranno pure il motore dell’innovazione, ma il mix tra entusiasmo e concretezza nell’affrontare un nuovo progetto è prerogativa degli over 40. Lo dice anche Forbes, che in una ricerca fissa a 45 anni l’età media degli startupper di successo negli USA.

Certo, non tutti i cinquantenni avranno l’idea vincente per sfondare nel mondo delle startup, ma nessuno potrà smorzare la voglia di mettersi in gioco e di spendere l’esperienza conquistata così faticosamente sul campo.

E allora, tentare la carriera immobiliare a 40/50 anni diventa un’operazione che coniuga un profilo di assoluta responsabilità e consapevolezza, con la capacità relazionale e la fiducia in sé stessi. La vita dell’agente immobiliare è fatta di relazioni interpersonali: con il cliente, con i colleghi, con i concorrenti, con i tecnici ed altri professionisti. Empatia, apertura mentale e diplomazia non si imparano agli stage, si sviluppano vivendo e coltivandoli con la curiosità di un bambino e la sicurezza di un adulto. Non solo! La fascia media di età di chi compra o vende casa, è quella tra i 35 e i 55 anni: un agente coetaneo è in grado di comprendere realmente le esigenze dei clienti e creare un rapporto di empatia più solido.

E tu? Pensi di essere troppo vecchio per iniziare una nuova carriera lavorativa o ti va di metterti in gioco?

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confronta